La tara del silenzio

La tara del silenzio. ⚖️💭❣️

Quanto pesa il silenzio? Non intendo quello salutare, quello rilassante e piacevole.
No.
Intendo quel silenzio che si crea quando una persona cara, dopo anni di saldo rapporto di amicizia quasi viscerale, di quelli che profumano di famiglia, all’improvviso sparisce.
Così.
Senza una spiegazione, senza un motivo né un ciao.
Niente rispetto e Tutto egoismo.
Quanto pesa questo silenzio? Pesa tanto, tantissimo. E quando si raccoglie quel peso lo si trascina dietro ogni giorno, sullo stomaco, senza sconti.
Poi lo si ribalta su se stessi, caricandolo di inesistenti sensi di responsabilità, di colpe, frustrazione, umiliazione, rabbia. Una rabbia che pulsa dentro, e preme forte al ritmo di ogni ricordo. Un tempo evaporato.
Poi, a poco a poco, con fatica quella stessa rabbia si fa consapevolezza e allora non si hanno più dubbi.
Così, finalmente, ora guardo oltre e decido di liberarmi di quel peso processato.
E decido di tenere la tara.
Solo quel sottile involucro a ricordarmi quel che è stato, affinché non possa più schiacciarmi.
La tara del silenzio. ⚖️💭❣️